Lo spirito del Natale futuro: un coach con la "C" maiuscola!

La sera della vigilia di Natale un uomo avaro, cinico e cattivo,  che detesta festeggiare il Natale, viene avvisato dallo spirito del suo socio defunto che tre spiriti verrano a trovarlo ed avrà l'occasione di cambiare la sua vita in meglio: sono lo spirito del Natale passato, presente e futuro.

Questa è la storia di Scrooge raccontata da Charles Dickens nel suo favoloso Canto di Natale e mi ricorda tanto la vita di una persona comune che probabilmente sente che tutto va bene eppure desidera qualcos'altro, sa che la sua vita potrebbe essere diversa e ha solo bisogno di qualcuno che lo ispiri a compiere scelte nuove per il suo futuro e incoraggiarlo a fare qualcosa di diverso... un coach con la "C" maiuscola!

Dei tre spiriti che vanno a trovare Scrooge mi piace tantissimo quello del Natale futuro. E' un vero coach professionista e mostra a Scrooge quale sarà il suo destino se non cambierà il suo modo di vivere. Scrooge gli fa tantissime domande ma lo spirito, da bravo coach, non risponde mai, rimane in silenzio e si limita a fare qualche cenno e a guidarlo con il dito indice della mano. Lo spirito porta Scrooge a vedere le conseguenze più estreme di quello che può succedere se continua a comportarsi nello stesso modo...

Ho detto "che può succedere"?

Già, è una possibilità, perché il futuro si costruisce oggi, Scrooge ne diventa consapevole e chiede al suo coach: "...è veramente necessario che queste cose succedano, o sono solo possibili? intendo, se gli uomini cambiano le loro vite, cambia anche il loro futuro? è questo che vuoi insegnarmi?"

Lo spirito non risponde: la risposta Scrooge la trova dentro di se.

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Clara Nicoloso (sabato, 24 dicembre 2016 08:24)

    Bravo Alfonso! Sei tu un Coach con la c maiuscola... Leggere questa tua reinterpretazione oggi mi ha fatto capire alcune cose importanti.